Categoria: Agroecosistema

Casa / Agroecosistema
GLI AMINOACIDI IN AGRICOLTURA DI P. DORMIO
Articolo

GLI AMINOACIDI IN AGRICOLTURA DI P. DORMIO

L’impiego di fertilizzanti e biostimolanti biologici a base di amminoacidi, rappresenta una delle opportunità che consente, all’agricoltura biologica, di mantenere gli standard produttivi e qualitativi comparabili alla produzione convenzionale. Sul mercato esiste una grande ed estrema variabilità di matrici e di prodotti, quelli che predominano sono i prodotti di origine animale. Oggi il mercato sta...

Approcci sostenibili per la nutrizione ferrica della vite. di M. Spagnuolo
Articolo

Approcci sostenibili per la nutrizione ferrica della vite. di M. Spagnuolo

Il ferro è il secondo più abbondante metallo nella crosta terrestre dopo l’Al ed il quarto elemento nella litosfera. Nel suolo è normalmente presente in elevate concentrazioni (da 20 a 40 g/kg di suolo). La solubilità del Fe è comunque molto bassa, sopratutto nei suoli calcarei dove la concentrazione delle specie inorganiche del ferro è...

L’INNOVAZIONE VARIETALE E LA CORRETTA SCELTA DI COSA IMPIANTARE E COLTIVARE. DI L. CATALANO
Articolo

L’INNOVAZIONE VARIETALE E LA CORRETTA SCELTA DI COSA IMPIANTARE E COLTIVARE. DI L. CATALANO

A cura di Agrimeca Grape and Fruit Consulting srl, Turi (Bari) Agli occhi del frutticoltore, l’innovazione varietale sembra essere la soluzione ai problemi strutturali del comparto produttivo in perenne affanno per innumerevoli fattori che non ripagano adeguatamente i suoi investimenti e fatiche.. A parte per le varietà gestite con la formula dei club, la scelta...

IL PERO, UNA COLTURA DA RISCOPRIRE. DI L. CATALANO
Articolo

IL PERO, UNA COLTURA DA RISCOPRIRE. DI L. CATALANO

A cura di Agrimeca Grape and Fruit Consulting srl, Turi (Bari) Il pero è abituale abitante dei territori dell’areale mediterraneo, dall’Europa centrale fino all’Estremo Oriente, che si presenta sotto differenti habitus vegetativi e per tipologia di frutto (forme, colori, consistenza e sapori). Negli aridi areali dell’Italia meridionale è facile ritrovare piante di pero e perastri...

Articolo

Salviamo l’agricoltura biologica dalla Xylella e dai veleni obbligatori per legge

I produttori biologici pugliesi sono da sempre molto attenti e partecipi a tutte le iniziative di lotta e contrasto alla diffusione della Xylella e dei relativi danni.  Per questo, fin dal primo manifestarsi della malattia dell’olivo, hanno volontariamente adottato tutte le buone pratiche agronomiche necessarie ad impedire la diffusione del vettore e del batterio. Come ogni...

Definizione delle rotazioni di L. D’andrea
Articolo

Definizione delle rotazioni di L. D’andrea

Le rotazioni sono rappresentate dalla successione nel tempo di colture diverse, così che sullo stesso terreno una specie torna a intervalli opportunamente lunghi. Una rotazione può durare più anni e quindi può essere: biennale, triennale e quadriennale. Una rotazione biennale è caratterizzata nel 1°anno: coltura preparatrice e 2° anno: coltura sfruttante. Alcuni esempi possono essere...

Le colture per le rotazioni Di L. D’andrea
Articolo

Le colture per le rotazioni Di L. D’andrea

Le rotazioni sono eseguite alternando colture miglioratrici con colture depauperanti. Le colture miglioratrici lasciano il terreno più fertile di come lo hanno trovato e ciò è dovuto: ai lavori profondi che certe colture richiedono (mais, barbabietola, patata, canapa, tabacco, ecc.) e che portano ad un miglioramento dello stato fisico del suolo; ad un aumento di...

Gli effetti della rotazione di L. D’andrea
Articolo

Gli effetti della rotazione di L. D’andrea

Con le rotazioni, ogni coltura produce, effetti sul comportamento della successiva, così nel terreno si hanno effetti chimici, fisici, biologici e ambientali. Le principali azioni degli EFFETTI CHIMICI derivano dall’arricchimento o depauperamento di qualche elemento nutritivo o di qualche importante costituente, come la sostanza organica. Alcune colture sono particolarmente avide di certi elementi (ad esempio,...

La Biodiversità in campo agricolo e la valorizzazione delle varietà autoctone di C. Montemurro
Articolo

La Biodiversità in campo agricolo e la valorizzazione delle varietà autoctone di C. Montemurro

La biodiversità è ormai riconosciuta come una delle più importanti risorse del pianeta. Parte essenziale della biodiversità è rappresentata dalla agro-biodiversità. La sicurezza alimentare e l’autosufficienza dipendono dalla disponibilità di diversità genetica delle colture. Tuttavia negli ultimi decenni la richiesta di una crescente produzione di cibo e l’indubbio successo produttivo di alcune colture, hanno comportato...

Progettazione dell’oliveto di S. Camposeo
Articolo

Progettazione dell’oliveto di S. Camposeo

La progettazione dell’oliveto, al pari di quanto dovrebbe avvenire per qualsiasi altro frutteto, è una questione di scelte in precisa successione. Tuttavia, le scelte economiche devono precedere quelle più squisitamente agronomiche. Cosa produrre, in quale quantità, con quale costo di produzione, a quale prezzo di conferimento, con quale tempo di ritorno dei capitali investiti: sono...